mormon.org Italia

Ciao, mi chiamo Tim

  • Tim Hurst
  • Tim Hurst
  • Tim Hurst
  • Tim Hurst
  • Tim Hurst
  • Tim Hurst
  • Tim Hurst
  • Tim Hurst

Chi sono

Sono marito e padre. Mi piace correre e ho gareggiato in diverse maratone. Mi sono posto l’obiettivo di correre 50 maratone, una in ogni stato. Questo richiede molto allenamento e impegno. Mi piace anche insegnare karate ai bambini del vicinato. Mi sono guadagnato la mia cintura nera quando ero un ragazzo e negli ultimi 35 anni ho insegnato a centinaia di studenti. Molti di loro hanno ricevuto da me la loro cintura nera. Ciò che rende questa cosa fuori dalla norma è il fatto che io abbia una sola gamba. Circa 30 anni fa, ho avuto un terribile incidente mentre andavo in moto e ho passato un anno in ospedale. Era una situazione delicata e la mia ripresa non sembrava molto positiva. Gli anziani della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni mi diedero molte benedizioni del sacerdozio di guarigione e conforto. Quando fui dimesso dall’ospedale ero ancora sulla sedia a rotelle e non ero in grado di camminare. Non si sapeva se le mie gambe avrebbero riacquistato la sensibilità. Dopo diversi mesi di cure a casa, sono migliorato molto e mi è stata messa una gamba artificiale. Non ho mai usato la mia amputazione come scusa per non fare qualcosa. So che con fede nel Signore Gesù Cristo e un atteggiamento positivo chiunque può riuscire in qualsiasi cosa decida di fare.

Perché sono mormone

Sono un convertito alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni. Sono cresciuto come battista del Sud. Frequentavo la mia chiesa ogni domenica e leggevo la Bibbia ogni giorno. Spesso avevo delle domande riguardanti questioni spirituali e mi sembrava di non avere mai una risposta completa. Avevo domande del tipo: “Se un mio familiare muore, lo rivedrò in cielo e farà ancora parte della mia famiglia?”. “Cosa succede ai bambini piccoli o alle persone che non conoscono gli insegnamenti di Gesù quando muoiono? Vanno all’inferno o c’è speranza per loro?”. Avevo parlato con il mio pastore, ma mi era stato detto che non ci era dato di conoscere la risposta a quelle domande. Mentre leggevo la Bibbia, una sera, ho trovato un versetto nel libro di Giacomo che diceva: “Se alcuno di voi manca di sapienza, la chiegga a Dio che dona a tutti liberamente senza rinfacciare, e gli sarà donata” Giacomo 1:5. Perciò decisi di pregare Dio per avere le risposte. Manifestai la mia ignoranza a Dio e Gli chiesi di mostrarmi la risposta alle molte domande che avevo. Poi misi la mia Bibbia nello scaffale e mi ripromisi di non leggere più finché non avessi ricevuto risposta alla mia preghiera. Proprio il giorno successivo, il mio capo e buon amico mi invitò a cena a casa sua dopo il lavoro. Ci andai; mentre lui e sua moglie erano in cucina a terminare gli ultimi preparativi per la cena, sedevo sul divano, quando abbassai lo sguardò e lì sul tavolino c’era un Libro di Mormon. Non ne avevo mai visto uno, così lo presi e cominciai a sfogliarlo. Lessi che un profeta americano moderno di nome Joseph Smith aveva visto con i suoi occhi il Padre Celeste e Suo Figlio Gesù Cristo, aveva parlato con Loro e aveva ricevuto delle istruzioni da Loro. Tra le varie cose gli venne detto dove trovare le tavole fatte d’oro contenenti la storia di un antico popolo. Ero stupefatto da quello che leggevo. Il mio amico venne per chiamarmi per la cena e gli chiesi di parlarmi un po’ di quel libro affascinante, ma invece me lo regalò e mi disse di andare a casa e di leggerlo. Ha cambiato la mia vita.

Storie personali

Che cosa hai fatto che ha avuto successo per proteggere la tua famiglia da influenze indesiderate?

Abbiamo sempre incoraggiato i nostri figli a guardare programmi televisivi e film appropriati oltre ad ascoltare musica priva di un linguaggio offensivo o testi con contenuti immorali. A casa nostra non sono permessi film con il bollino rosso. Ho sempre provato a dare il miglior esempio possibile alla mia famiglia. Non ho mai fatto uso di alcol o di sigarette e ho sempre mantenuto uno stile di vita sano. Una volta, mentre eravamo in vacanza, ho trovato la borsetta di una signora. La borsetta era aperta e all’interno si riuscivano a vedere centinaia se non migliaia di dollari. Ho usato questa esperienza come un’opportunità di insegnamento, subito, insieme alla mia famiglia portammo e consegnammo la borsetta alla polizia, in modo che i miei figli vedessero che cosa dovrebbe fare una persona onesta. La proprietaria della borsetta arrivò circa 15 minuti dopo. Stavamo ancora compilando il rapporto quando lei arrivò per vedere se qualcuno aveva riportato la sua borsetta. Era così felice quando scoprì che avevamo consegnato la borsetta con tutti i soldi che iniziò a piangere. Ci disse che aveva risparmiato tutto l’anno per poter andare in vacanza con la sua famiglia e che era stata malissimo quando si era accorta di averla dimenticata in giro. Ci ringraziò tutti più volte per essere stati così onesti, questo ha lasciato un segno profondo su ognuno dei miei figli. Per quanto riguarda mia moglie, non le ho mai dato nessun motivo per essere gelosa. Non ho mai guardato materiale pornografico e non lo accetterò mai in casa mia. La tratto con rispetto e mi assicuro sempre che anche i nostri figli facciano lo stesso. La nostra casa è un posto divertente e aperto, dove tutti si sentono rilassati e a proprio agio. Sulle pareti abbiamo diversi dipinti che raffigurano il Salvatore Gesù Cristo e i Suoi insegnamenti. Amo la mia famiglia e la considero la parte più importante della mia vita.

Come vivo la mia fede

Fin da quando sono diventato membro della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni ho provato a partecipare alle riunioni domenicali ogni settimana. Naturalmente ci sono state volte nella mia vita in cui stavo troppo male per andare in Chiesa e perciò sono venuti dei membri a trovarmi all’ospedale o a casa. Io e mia moglie leggiamo le Scritture e facciamo la preghiera familiare e le nostre preghiere personali ogni giorno. Quando i nostri figli erano più giovani e vivevano ancora a casa, studiavamo regolarmente le Scritture con loro. Oltre ad andare in chiesa la domenica, la mia famiglia si riunisce il lunedì sera per condividere insegnamenti e storie spirituali. Faccio visita ai miei vicini almeno una volta al mese e provo a servire, quando possibile, coloro che sono nel bisogno. I mormoni sono un popolo che costruisce templi; mia moglie ed io proviamo ad andare al tempio una o due volte al mese. Provo a vestirmi in modo modesto e sto attento a non usare un linguaggio offensivo. Mi astengo dal bere alcolici e non faccio uso di tabacco di nessun tipo. Faccio sempre del mio meglio per essere un esempio, per la mia famiglia e per i miei vicini, di come un buon cristiano dovrebbe comportarsi.