mormon.org Italia
Andrea Scisci: Convertito, Sport, Chiesa, Missionario, Testimonianza, Scuola, Mormone.

Ciao, mi chiamo Andrea Scisci

Chi sono

Mi chiamo Andrea, abito a Monopoli (Bari), qui c'è un mare bellissimo e ci vado spesso per farmi lunghe nuotate, mi piace correre e fare ciclismo. Sono nato cattolico, ma grazie ad un mio amico che è metà americano ho conosciuto la chiesa, perchè quando andavo a scuola lui mi ha semplicemente invitato a fare delle attività con i G.U. Io ero un ragazzo molto ribelle e molto triste, non andavo daccordo quasi con nessuno e lui è stato molto coraggioso. Ci ho messo 2 anni per battezzarmi e lo fatto di nascosto dai miei genitori, ma nel 1° anno ho avuto un grandissimo miracolo riguardo la preghiera. Dopo un altro anno mi sono battezzato e da li la mia vita è cambiata, ho sempre difficoltà, ma grazie al signore posso affrontarle diversamente. Dopo 2 anni ancora, ho svolto una missione a tempo pieno e sono davvero grato al signore, perchè è stata la scelta più giusta che potevo fare nella mia vita perchè ho visto grandi miracoli. La mia famiglia ancora non sono membri, ma un giorno loro accetteranno il vero vangelo di Gesù Cristo nella loro vita.

Perché sono mormone

Fin da piccolo credevo sempre in Gesù Cristo, ero abbastanza cattolico e andavo tutte le domeniche nella chiesa cattolica. Nella mia infazia ho sempre avuto un desiderio dentro il mio cuore di avere una famiglia eterna. (Non conoscevo i mormoni, non sapevo nulla a riguardo). Ho vissuto sempre con questo desiderio dentro il mio cuore. Quasi tutta la mia adolescenza è stata davvero triste, ero molto depresso per tutte le cose che mi succedevano e non avevo neanche un amico, questo portava in me molta rabbia, quindi ero molto aggressivo con tutte le persone. Nel 2005 a 15 anni inizia la scuola superiore, e in classe c'era un ragazzo metà americano, lui fino al 2007 non aveva mai parlato con me riguardo la chiesa, lui per me non era nulla e non ci parlavamo quasi mai. Nel 2007 a 17 anni, accadde una cosa molto strana, dove questo ragazzo subito dopo mi parlo della chiesa. In quel momento lui iniziava a diventare mio amico, mi invito a partecipare ad un'attività della chiesa con i scout. Lui mi disse se dici parolacce tu non puoi venire sai? e io dissi vediamo, perchè dicevo tantissime parolacce. Lui sapeva che desideravo tanto iniziare la una vita sociale e di fare lo scout, quindi ogni volta che dicevo parolacce sia a scuola che in chiesa lui non mi faceva venire più, questo a portato in me un autodisciplina e quindi smisi di dire le parolacce. Nel 2008 a 18 anni accadde un evento molto importante nella mia vita, in quel momento io seguivo gli insegnamenti con i missionari, ma non ero tanto interessato, loro mi dissero fai un esperimento prega come facciamo noi mormoni e prega come fanno i cattolici, prega per un evento ben specifico. In quel anno 2008 un mio compagno di ciclismo, cadde e andò in coma. I Dottori dissero o muore o rimane sulla sedie a rotelle a vita, io pregai e lui quando si svegliò dal coma, mi disse che mi aveva visto pregare, ma io rinnegai questo per ancora 1 anno poi nel 2009 mi battezzai. So che con la preghiera possiamo avere molte risposte.

Come vivo la mia fede

Ho promesso al signore, che quando finivo la mia missione, di essere sempre un missionario dentro il mio cuore e un mezzo che uso spesso sono i social network. Mi piace condividere le mie esperienze spirituali e le cose che studio durante il giorno con le altre persone, questo ha portato molti frutti, cioè do molte risposte a persone che leggono quello che condivido, perchè il signore usa anche altre persone per rispondere alle domande che ci poniamo ogni giorno. Mi piace anche andare con i missionari alle loro lezioni, cosi posso ricordarmi delle bellissime emozioni che provavo durante la mia missione. Mi piace anche essere vicino alle persone che hanno dei momenti difficili nella loro vita, perchè nel momento in cui aiuto una persona, questo aiuta me ad essere più vicino al signore. Mi piace molto agire nel vangelo in questa maniera, perchè oltre a leggere e studiare le scritture, mi rendo conto che sto mettendo il signore come esempio nella mia vita, perchè lui oltre a guarire le persone spiritualmente, le guariva anche fisicamente e mi piace sempre fare queste due cose, servizio e insegnare i princi del vangelo.