mormon.org Italia

Ciao, mi chiamo Helmut

  • Helmut Wondra
  • Helmut Wondra
  • Helmut Wondra
  • Helmut Wondra
  • Helmut Wondra
  • Helmut Wondra
  • Helmut Wondra
  • Helmut Wondra

Chi sono

Crescendo a Vienna e con un padre che lavorava in teatro, sono stato esposto alla cultura e alle arti sin da quando ero molto piccolo. Sono sempre stato interessato alla letteratura e al teatro, alle arti e alla buona musica di ogni genere, Amo viaggiare e il mio lavoro è un’ottima combinazione di musica e viaggi, visto che organizzo concerti per gruppi itineranti in Austria e nella nazioni circostanti. È una grande soddisfazione per me contribuire a creare esperienze significative per altre persone. Quando ho un po’ di tempo libero, mi piace correre e fare escursioni – amo la natura e il buon cibo. Per me non c’è niente di meglio che trascorrere del tempo con gli amici e con la famiglia nelle caffetterie o nelle taverne viennesi. Una delle cose più importanti della mia vita è la mia famiglia. La mia splendida moglie è la mia migliore amica fin dall’adolescenza, prima ancora che diventasse la mia ragazza. Abbiamo sempre voluto avere dei bambini, ma per un po’ questo sogno sembrava non voler diventare realtà. Ecco perché ci riteniamo così benedetti ad avere due figli meravigliosi che riempiono la nostra vita di brio e di gioia.

Perché sono mormone

Sono cresciuto in una famiglia con una fede molto solida. Mia madre è nata nella Chiesa e mio padre ne è diventato membro quando era un giovane studente di filosofia e scienze teatrali. La religione ha sempre svolto un ruolo importante nella nostra famiglia e ho imparato molto dall’esempio dei miei genitori. Ho sempre sentito l’influenza del nostro Padre celeste nella mia vita e ho sempre creduto in Lui e in Suo Figlio Gesù Cristo. Sicuramente, durante l’adolescenza, ho avuto anche un periodo di scetticismo e dubbi, ma tramite lo studio delle sacre Scritture e la preghiera costanti, la mia fede è cresciuta e ho deciso di svolgere una missione per aiutare le persone a sviluppare un rapporto personale con Dio. Le esperienze speciali che ho vissuto durante questi due anni hanno rafforzato il mio credo nel vangelo di Gesù Cristo e anche il mio rispetto e il mio apprezzamento per le convinzioni altrui. Forse alcune domande potrebbero rimanere sempre senza risposta, ma so che c’è un Dio che è il nostro affettuoso Padre Eterno e che Gesù Cristo è il nostro Redentore. Questa sicurezza spirituale che spesso ho sentito e vissuto è stata, per me, fonte di grande gioia, forza e conforto nei momenti difficili.

Come vivo la mia fede

Vivo la mia fede, cercando di seguire gli insegnamenti di Gesù – in particolare il comandamento di amare il prossimo come Egli ci ha amati. La mia fede mi insegna che tutte le persone sono preziosi figli e figlie di Dio, indipendentemente dalle loro origini etniche, dal loro credo o da altre convinzioni, e quindi cerco di trattare tutti con rispetto e simpatia. Ai nostri giorni Dio parla ancora ai profeti che guidano la Chiesa, e faccio del mio meglio per seguire i loro consigli. Prego e leggo le Scritture spesso, perché questo mi aiuta a concentrarmi su ciò che è veramente importante nella vita e a restare in contatto con me stesso e con il mio Padre Celeste. Sono molto grato di condividere queste credenze con Julia, mia moglie. Insieme cerchiamo di allevare i nostri figli in modo tale che sia facile per loro credere in Dio e sentire la Sua influenza. Crediamo che Gesù non ci abbia soltanto riscattato come individui, ma che ci abbia anche fornito un modo affinché le famiglie possano stare insieme per sempre. Questo principio ci sta molto a cuore e influenza profondamente la nostra vita matrimoniale e familiare. In questo momento ho l’incarico di vescovo del mio rione e faccio del mio meglio per guidare la congregazione nel modo in cui, a mio avviso, Dio desidera. A volte è difficile trovare un buon equilibrio tra famiglia, lavoro e servizio volontario per la Chiesa, ma credo anche che io e la mia famiglia siamo stati grandemente benedetti grazie alla maggiore vicinanza al Signore.