mormon.org Italia

Perché, nel passato, la vostra chiesa ha praticato il matrimonio plurimo (poligamia)?

Risposta ufficiale

Il Signore, in varie epoche, ha comandato al Suo popolo di praticare il matrimonio plurimo. Per esempio Egli lo comandò ad Abrahamo, a Isacco, a Giacobbe, a Mosè, a Davide e a Salomone (Dottrina e Alleanze 132:1). In altri momenti il Signore ha dato istruzioni diverse. Nel Libro di Mormon il Signore disse al profeta Giacobbe: “Poiché nessuno fra voi avrà più di una sola moglie; e di concubine non ne avrà nessuna… Poiché se io, dice il Signore degli eserciti, vorrò allevarmi una posterità, lo comanderò al mio popolo; altrimenti essi daranno ascolto a queste cose” (Giacobbe 2:27-30).

In questa dispensazione, Il Signore ha comandato ad alcuni dei primi Santi di praticare il matrimonio plurimo. Per il profeta Joseph Smith e per i suoi collaboratori più stretti, tra cui Brigham Young e Heber C. Kimball, fu facile obbedire a questo comandamento, ma lo fecero comunque. I dirigenti della Chiesa regolamentarono tale pratica. Chi lo contraeva doveva essere autorizzato a farlo e i matrimoni dovevano essere celebrati mediante il potere di suggellamento del sacerdozio. Nel 1890, il presidente Wilford Woodruff ricevette una rivelazione che indicava che i dirigenti della Chiesa avrebbero dovuto cessare di insegnare il matrimonio plurimo (Dichiarazione Ufficiale 1).

La legge del matrimonio del Signore è la monogamia salvo che Egli non comandi diversamente per aiutare a stabilire il Casato di Israele (vedere Encyclopedia of Mormonism Vol. 3, pagg. 1091-1095).